Sci Alpinismo :: Alpe Scermendone

Alpe Scermendone

Uno dei più classici itinerari di scialpinismo della sponda Retica
Itinerario escursione alpe scermendone
Partenza :
Contrada di Our di Cima (m 1415)

Itinerario :
1 contrada di Our di Cima (m 1415) - 2 Alpe Merla (m 1729) - 3 Alpe Scermendone (m 2103)
Dislivello Complessivo :
circa m 700
Tempo :
2h
Elementi di Interesse :

Periodo Consigliato :

GALLERIA IMMAGINI

Se vuoi collaborare inviaci le tue immagini 

DESCRIZIONE DELL'ESCURSIONE

 Autore: F.Benetti

Descrizione della zona e dell'itinerario:

E' questa una delle aree più affascinanti ed anche meno frequentate del versante retico, non essendo considerata dai più come una zona classica per lo sci-alpinismo. E' invece un piccolo paradiso naturalistico dominato nella fascia più bassa da meravigliosi boschi di faggio e più in alto da fitte foreste di larici ed abeti.
Salendo con l'auto si attraversa il bel paese di Buglio, nella cui parrocchiale si può ammirare una bellissima ancona in legno intagliato del '500, mentre raggiunto l'alpeggio di Scermendone si può ammirare la bella ed antica chiesetta di S.Quirico (m 2131), nei pressi della quale, la terza domenica di luglio, viene celebrata una tradizionale e sempre affollata festa popolare.
Il balcone naturale su cui si trova l'alpe Scermendone, posto tra valle dell'Adda, da una parte e valle Terzana e di Sasso Bisolo dall'altra, è un osservatorio posto in una posizione strategica, da cui si godono panoramiche eccezionali sia sulle montagne del gruppo del Disgrazia, che su quelle della val Masino e della catena orobica.
Salendo si ha alle spalle, sopra l'alpe Granda ma al di là della val Masino, la bellissima cima del Desenigo, montagna che si può vedere svettare e dominare la Valtellina, sulla destra orografica, scendendo da Sondrio verso la bassa valle.

Salita

Le panoramiche sopra descritte si possono però godere a pieno solo guadagnandosele con una buona dose di sudore. Bisogna infatti in genere portare gli sci in spalla per i primi 300 m.di dislivello.
Raggiunta infatti con una carrozzabile la contrada di Our di Cima, posta su un bel terrazzo solatio e diventata ormai sede di sole residenze per vacanze estive ed abbandonata qui l'auto, bisogna addentrarsi a piedi verso ovest lungo il sentiero per l'Alpe Granda, attraversando un favoloso bosco di faggi; circa a metà del sentiero si sale a nord per un erto sentiero fino all'alpe della Merla, in un ambiente fiabesco ed affascinante. Dai 1729 m. di quest'alpe si possono mettere gli sci ai piedi salendo sempre nel bosco fino all'alpe di Scermendone. Da qui si può scegliere se fermarsi a riposare e rifocillarsi prima del ritorno o proseguire per la cima Vignone o per il passo di Scermendone.
NB: Itinerario alternativo di salita può essere quello che parte dalla val Masino ed esattamente dalla valle e dalle case di Sasso Bisolo(m 1470) per salire attraverso le contrada di Corticelle fino a Scermendone e alla cima Vignone.

Discesa

Si scende per l'itinerario della salita o, se si è provveduto in merito, facendosi venire a prendere con seconda auto, ci sono varie alternative: se si vuole fare una discesa più lineare senza togliere gli sci, si può scegliere l'itinerario alternativo di salita, scendendo cioè verso Sasso Bisolo; se si vuole invece allungare il percorso di discesa si può scendere verso Prà Maslino direttamente dalla Cima Vignone(attenzione ad alcuni costoni ripidi), oppure, allungando ulteriormente la gita, si può scendere dal passo di Scermendone per la valle di Caldenno fino a Prà Isio, sopra Berbenno.

COMMENTI

LASCIA IL TUO COMMENTO

Loading ....

Per procedere occorre essere utenti registrati, inserisci i tuoi dati:

Oppure Registrati.