Monte Cevedale

Nella Valle di Cedec
mappamondo stilizzato Partenza :
Albergo dei Forni (m 2176)

Itinerario :
1 Albergo dei Forni (m 2176) - 2 Rifugio Pizzini (m 2700) - 3 Vedretta di Cedec - 4 Monte Cevedale (m 3769)
Dislivello Complessivo :
circa m 1600
Tempo :
circa 6h
Elementi di Interesse :

Periodo Consigliato :

MAPPA

Coordinate GPS : 46.443552° N 10.614977° E
Scarica il percorso per GPS e per Google Earth
(il file è disponibile solo per gli Utenti registrati)

GALLERIA IMMAGINI

Se vuoi collaborare inviaci le tue immagini 

DESCRIZIONE DELL'ESCURSIONE

 Autore: F.Benetti

Descrizione della zona e dell'itinerario:

Si tratta di una delle mete più ambite per gli alpinisti che da tutto il mondo giungono nella zona dei Forni e che vi salgono sia dalla val Cedec che dalla val Solda o dalla val di Pejo. Inutile dire che il percorso seppure lungo e faticoso presenta la possibilità di ammirare uno spettacolo unico, a nord con il Gran Zebrù e a sud con il meraviglioso coronamento delle decine di cime (tra cui Vioz, cime di Pejo punta Cadini, S.Matteo e Tresero) che dominano il ghiacciaio. Si può scegliere di passare dal rifugio Casati, oppure di salire direttamente alla cima passando attraverso il ghiacciaio e lasciando sulla destra il M.Pasquale. Si può pernottare sia al rifugio Pizzini (m 2700) che al rifugio Casati (m 3254).

Salita

Lasciata l'auto al parcheggio del Rifugio dei Forni, si sale lungo la mulattiera che porta al Rifugio Pizzini (m 2700), con gli sci ai piedi o in spalla a seconda della presenza o meno di neve in zona. Giunti alla capanna ci si dirige, lungo facili pendii e vallette, in direzione sud verso la teleferica che porta il materiale alla capanna Casati; si può allora scegliere di salire al rifugio Casati arrampicandosi lungo un ripido canalino sulla destra, da fare preferibilmente quando c'è poca neve (si può optare in caso contrario per il più tranquillo sentiero estivo), oppure di dirigersi, subito dopo la Pizzini in direzione del M.Pasquale, per salire alla cima lungo la vedretta omonima fino al Cevedale. Giunti alla Casati ci si sposta a destra e si sale la lunga dorsale che porta in vista della cima, raggiungibile con un lungo traversone sulla destra. Una certa prudenza va raccomandata a chi sceglie la via che sale lungo la vedretta del M.Pasquale, in quanto l'itinerario passa vicino a vari crepacci, per ricongiungersi con l'altro itinerario di salita appena sotto la cima.

Discesa

Per la via di salita. Nel caso si salga dal rifugio Casati si può scegliere di scendere per la vedretta del M.Pasquale (attenzione ai crepacci), per raggiungere l'itinerario di salita appena sopra il rifugio Pizzini.

COMMENTI

LASCIA IL TUO COMMENTO

Loading ....

Per procedere occorre essere utenti registrati, inserisci i tuoi dati:

Oppure Registrati.