Passo e Pizzo di Cassandra

In Val Ventina
mappamondo stilizzato Partenza :
Chiareggio (m 1612)

Itinerario :
1 Chiareggio (m 1612) - 2 Rifugio Porro (m 1965) - 3 Passo Cassandra (m 3097) - 4 Pizzo Cassandra (m 3226)
Dislivello Complessivo :
circa m 1500 (al passo) - circa m 1600 (alla cima)
Tempo :
circa 5h (al passo) - circa 6h (alla cima)
Elementi di Interesse :

Periodo Consigliato :

GALLERIA IMMAGINI

Se vuoi collaborare inviaci le tue immagini 

DESCRIZIONE DELL'ESCURSIONE

 Autore: F.Benetti

Descrizione della zona e dell'itinerario:

Si tratta senza dubbio di una delle più belle gite di sci alpinismo della val Malenco in quanto permette di visitare una delle più belle zone della valle. Si parte infatti da Chiareggio, una delle più belle località turistiche della valle e si sale lungo tutto il ghiacciaio del Ventina, dominati lungo il tragitto dalle cime del Ventina, della Punta Kennedy e del Disgrazia a Ovest, mentre ad est dalla Punta Rosalba, cima del Duca, Pizzo Rachele e Pizzo Cassandra. Alle spalle si apre il panorama della valle del Muretto con le cime del Vazzeda e del Forno.

Salita

La strada per Chiareggio è chiusa fino a primavera inoltrata, per cui è questa una gita da tarda stagione quando si può arrivare con l'auto fino a questo piccolo e caratteristico paesino dell'alta val Malenco. Lasciata l'auto a Chiareggio si scende ad attraversare il ponte sul Mallero e si imbocca il sentiero per la capanna Porro (m 1960). A seconda dell'innevamento si possono mettere gli sci già a Chiareggio oppure portarli fino alla capanna, dopo la quale si percorre un ampio pianoro riattraversando il torrente e portandosi sulla destra per salire sul ghiacciaio. Si sale poi sempre verso sud evitando i crepacci e seguendo la pista generalmente già tracciata (qui si svolge ogni anno una classica di discesa per cui non è difficile trovare sul tracciato bandierine e resti di porte del tracciato di slalom). Per salire al passo bisogna superare un ultimo ripido pendio dopo di che è opportuno per chi vuole proseguire, abbandonare gli sci continuando per la cresta fino alla cima. E' opportuno essere equipaggiati con piccozza, ramponi e corda. Un' interessante variante di salita è quella che porta con una deviazione sulla destra alla Punta Kennedy (attenzione alle condizioni della neve e ai crepacci - si raccomanda di procedere in cordata).

Discesa

Per la via di salita a meno che non si voglia discendere verso la capanna Bosio e la valle di Airale ed allora bisogna avere provveduto ad organizzarsi in tal senso.

COMMENTI

LASCIA IL TUO COMMENTO

Loading ....

Per procedere occorre essere utenti registrati, inserisci i tuoi dati:

Oppure Registrati.