Sci Alpinismo :: Passo e Cima di Schiazzera

Passo e Cima di Schiazzera

Tra Tirano e Grosio
Partenza :
fine strada (m 1800 circa)

Itinerario :
1 fine strada (m 1800 circa) - 2 Alpe Schiazzera (m 2106) - 3 Passo di Schiazzera (m 2546) - 4 Cima di Schiazzera (m 2800)
Dislivello Complessivo :
circa m 1000 (alla cima) circa m 750 (al passo)
Tempo :
circa 3h 30min. (alla cima) circa 2h 30min. (al passo)
Elementi di Interesse :

Periodo Consigliato :

GALLERIA IMMAGINI

DESCRIZIONE DELL'ESCURSIONE

 Autore: F.Benetti

Descrizione della zona e dell'itinerario:

La zona dei laghi di Schiazzera, situata sopra Vervio, è più famosa tra i pescatori, per la ricchezza di ottimo pesce nei laghetti della zona o per la passata fama di località di contrabbandieri che per lo sci-alpinismo; non è però da sottovalutare questo itinerario che permette di visitare una zona che altrimenti sfugge facilmente al visitatore disattento. Recentemente è stata decisa la ristrutturazione come rifugio, della vecchia caserma della finanza ormai ridotta ad un rudere; si avrà così un punto d'appoggio e di ristoro che darà nuovo impulso turistico alla località.

Salita

Abbandonata la statale 38, si prende la strada per Vervio e quindi si sale a Rogorbello; superate varie contrade tra cui Ca' Bertoli, si arriva a Susen (m 1508), dove c'è una piccola chiesetta bianca che domina la valle (zona recentemente devastata da incendi). Si prosegue con l'auto su una strada sterrata che si fa sempre più stretta fino a quando la neve lo permette (spesso è possibile arrivare fino alla fine della strada appena sotto la vecchia caserma della Finanza (m 1800 circa). Messi gli sci si comincia a salire verso la ex caserma (m 2079) ora rifugio, superando un tratto ripido e spesso ghiacciato (bisogna prestare un po' d'attenzione); si arriva così su un ripiano da dove si può contemplare la valle che sale alla cima di Schiazzera ed ai laghi omonimi, mentre alle spalle si domina la Valtellina da Mazzo a Grosio e Sondalo avendo di fronte, al di là della valle, il passo del Mortitrolo e più in su verso Grosio, il gruppo dei Serottini. Si prosegue nella bella conca salendo dolcemente fino all'Alpe di Schiazzera (m 2106); la salita allora comincia a farsi un po' più impegnativa fino a raggiungere sulla destra un tratto ripido che porta al passo di Schiazzera (m 2546), via di comunicazione con la val Piana, laterale della val Grosina di Sacco, da cui si raggiunge facilmente la vetta.

Discesa

Per la via di salita.

COMMENTI

LASCIA IL TUO COMMENTO

Loading ....

Per procedere occorre essere utenti registrati, inserisci i tuoi dati:

Oppure Registrati.