Rifugio Beniamino

Val Lunga in Val Tartano a quota 1500 metri
mappamondo stilizzato Partenza :
Rifugio Beniamino (m 1500)

Arrivo :
Rifugio Beniamino (m 1500)
Dislivello Complessivo :
raggiungibile in auto
Tempo di percorrenza :

Elementi di interesse :

Itinerario Sintetico :

Bellezza ( 2 / 5 )
Fatica ( 1 / 5 )
Pericolosità ( 1 / 5 )

MAPPA

Coordinate GPS : 46.082748° N 9.715895° E

GALLERIA IMMAGINI

Se vuoi collaborare clicca qui ed inviaci le tue immagini 

DESCRIZIONE DELL'ESCURSIONE

Autore: R. Moiola - M. Dei Cas

Questo rifugio è facilmente raggiungibile anche in auto. Lungo la SS 38, tra Talamona ed Ardenno (in particolare nel tratto di strada tra il viadotto sotto il quale passa il fiume Tartano ed il ponte ove scorre il fiume Adda), troviamo la deviazione per Tartano ed imbocchiamo la strada provinciale che costeggia fino a Sondrio le Alpi Orobie (pedemontana orobica), ma la lasciamo dopo mezzo chilometro: dobbiamo infatti svoltare a destra e salire per 16 km lungo i ripidi tornanti che si inerpicano sullo scosceso fianco occidentale del Crap del Mezzodì. Al termine della salita, il paesaggio cambia radicalmente e a strada diviene pianeggiante nei pressi di Campo (m. 1060) ove uno splendido panorama ci regala una rara veduta sulla Val Masino. Da qui siamo a Tartano (m. 1210) in una manciata di minuti e notiamo che la vallata si divide in due. Noi seguiamo la strada che volge a sud-est, cioè a sinistra, per la Valle Lunga (a sud-ovest invece inizia la Valle Corta) e fiancheggiamo a sinistra il torrente per circa 2 km, sempre su tratto asfaltato, poi per altrettanti su terreno sterrato. Lungo questi 4 km si superano le case di Pila (m. 1317) e si arriva fino ad un centinaio di metri dal rifugio che sorge nei pressi di Arale (m.1485). Non avendo ancora fatto alcuna fatica (a meno di essere partiti a piedi da Tartano ed essere giunti qui in circa 30 minuti), possiamo cominciare l'escursione addentrandoci lunga la silenziosa valle, a tratti allietata dal canto di uccelli, dai fischi delle marmotte e dal rumore del torrente. Dapprima proseguiamo sulla strada sterrata, per poi imboccare un comodo sentiero nel bosco e raggiungere la Baita Bianca (m. 1625); un tratto abbastanza ripido ci porta infine ai 1.800 metri della splendida Alpe Porcile, ove possiamo riposare, prendere il sole e farci un bello spuntino, comodamente adagiati sui numerosi tavoli portati fin qui da qualche buon'anima! Il tutto in circa un'ora di cammino ed anche meno...

INFORMAZIONI E CONTATTI

Proprietà : Piergiorgio Gusmeroli
Gestione : Piergiorgio Gusmeroli
Sito web : ND
Email : ND
Posti Letto : 10
Bivacco di Emergenza : si
Apertura : a marzo e da giugno a settembre
Telefono del rifugio : +39 0342 645024
Telefono di casa : +39 0342 430633
Telefono cellulare : ND

VEDI ANCHE

APPROFONDIMENTI

COMMENTI

Loading ....

Per procedere occorre essere utenti registrati, inserisci i tuoi dati:

Oppure Registrati.