Bivacco Primalpia

Alpe Primalpia, in Valle dei Ratti a quota 1980 metri
mappamondo stilizzato Partenza :
Località La Motta (m 468)

Arrivo :
Bivacco Primalpia (m 2100)
Dislivello Complessivo :
m 1500
Tempo di percorrenza :
5 h
Elementi di interesse :

Itinerario Sintetico :

Bellezza ( 4 / 5 )
Fatica ( 3 / 5 )
Pericolosità ( 2 / 5 )

MAPPA

Coordinate GPS : 46.206478° N 9.543186° E

GALLERIA IMMAGINI

Se vuoi collaborare clicca qui ed inviaci le tue immagini 

DESCRIZIONE DELL'ESCURSIONE

Autore: M. Dei Cas

Per raggiungere il bivacco si deve risalire buona parte della misteriosa e selvaggia Valle dei Ratti, lasciando l'auto alla località La Motta a m.468 visto che la strada è ad uso esclusivamente agricolo. Si prosegue lungo la comoda mulattiera che si snoda sul versante destro orografico della valle, oltrepassando la frazione di Càsten ed il tracciolino, fino a Frasnedo (m. 1290), paese molto frequentato d'estate e posto in una bella posizione panoramica nella media valle. Dal paese il sentiero scende a Corveggia, poi riprende a salire. Si ignora una deviazione a destra per il passo del Culmine e ad una seconda deviazione, dopo la località Tabiate, si lascia a sinistra la traccia per il rifugio Volta, si scende ad un ponte per risalire nel bosco sul lato opposto della valle. Seguendo le bandierine rosso-bianco-rosse si sale fino all'alpe di Primalpia: dopo un primo prato al cui centro è collocato un grande larice solitario, si sale ancora all'alpe superiore, dove, percorsa una lunga diagonale verso sinistra, si raggiunge il ben visibile bivacco. La fatica è ripagata dalla superba panoramica sulla testata della Valle dei Ratti. 1- Salita al passo di Primalpia, m. 2476 (o a quello gemello e meno frequentato di Talamucca, m. 2522), discesa in valle di Spluga ed a Cevo, in Val Masino (il percorso compie una traversata verso sinistra, per poi piegare a destra e salire al passo; dal passo di Primalpia si scende poi tenendosi prima in quota sul lato destro della valle, fino ad intercettare le segnalazioni che conducono al più grande dei laghi e di qui, sul lato sinistro, fino a Cevo; dal passo di Talamucca si compie una breve traversata a quello di Primalpia). 2- Salita al passo quotato IGM 2574, discesa al bivacco Bottani Cornaggia e di qui a Poira ed a Morbegno (si sale in direzione sud-est, guadagnando l'evidente depressione del passo, sul lato destro, per chi sale, del canalone terminale, e scendendo poi verso destra su una traccia di sentiero segnalata). 3- Salita al passo del Colino (m. 2630), da cui si scende in alta val Toate ed a Poira (vedi percorso sopra; imboccato il canalone terminale non si sale a destra, ma si punta ad est, verso l'evidente bocchetta del passo, per poi scendere facilmente al centro della valle -dir. est-, e di qui verso sud; dall'alta val Toate si può anche passare facilmente al sistema di laghi della valle di Spluga, salendo ad un passo quotato IGM 2412, a sinistra dell'elegante Torre di Bering). 4 - Alla cima del Desenigo (m. 2845) dal versante sud, che si raggiunge in prossimità del passo di Colino.

INFORMAZIONI E CONTATTI

Proprietà : Comune di Novate Mezzola
Telefono :
Posti Letto : 10
Presenza coperte : ND
Presenza acqua : si
Telefono di emergenza : no
Presenza stoviglie : si
Presenza fornello a gas : si

VEDI ANCHE

APPROFONDIMENTI

COMMENTI

Loading ....

Per procedere occorre essere utenti registrati, inserisci i tuoi dati:

Oppure Registrati.