Buglio bike

Due grandi anelli di mountain-bike nel versante retico sopra Buglio in Monte
Mountain Bike
Partenza :
Gaggio (m 570) - Buglio in Monte (m 577)
Percorso :

Lunghezza Percorso :

Tempo di percorrenza :
5/6 h - 4h
Dislivello Complessivo :
m 1300 - m 1100
Tipo di fondo :

Elementi di Interesse :

GALLERIA IMMAGINI

DESCRIZIONE DELL'ESCURSIONE



ITINERARIO 1

Posteggio

Gaggio, raggiungibile facilmente prendendo come riferimento la piazza principale di Ardenno, proseguendo lungo la via Visconti-Venosta e staccandosene sulla sinistra quando si incontra l’indicazione relativa, in corrispondenza di una casa rossa.

Salita

Cominciare a salire lungo la strada che parte nei pressi del ristorante Innocenti e che conduce dapprima alla località di San Giuseppe (m 646). Oltrepassare la località san Rocco (m 841) e proseguire fino ai prati di Èrbolo (ca. m 1174). Al termine dei prati imboccare la pista sul lato di destra (orientale), che effettua una diagonale verso nord-est. Raggiungere la parte alta della valle del Gaggio e in seguito l’alpe Granda (m 1700), che è raggiungibile anche partendo da Buglio (m 577) e sfruttando la pista che sale ad Our di Fondo. Proseguire verso destra, in direzione del limite del bosco, superare un piccolo dosso boscoso e raggiungere così il nuovo rifugio Alpe Granda.
È possibile raggiungere la cima di Granda (m 1706) procedendo in direzione sud-ovest e seguendo il tracciato appena abbozzato di una pista che punta verso un gruppo di baite.

Traversata

Dall’alpe Granda imboccare il sentiero che parte a poca distanza dal rifugio, addentrandosi nella pineta. Raggiungere il limite inferiore occidentale del prato della Merla (m 1729) e prendere la via che congiunge gli alpeggi Granda, Merla, Vèrdel e Oligna. Raggiungere una baita isolata con una bandiera italiana e imboccare il sentiero che segue la direttrice Merla-Vérdel, segnalata da un cartello. Pedalare fino a Vèrdel (m 1716).

Discesa

Percorrere un tratto del sentiero che si dirige ad est, verso Oligna, e imboccare la pista che giunge dal basso, sulla destra, e che scende ai prati alti del Calec. Scendere a quota m 1450, sulla parte alta della distesa di maggenghi sul dosso Prà-Mele-Calec. Portarsi sulla parte sinistra della sommità dei prati e imboccare in discesa, nei pressi di un ballatoio in legno e di una fontana, la pista sterrata che risale il fianco orientale del lungo dosso. Continuare a scendere fino alla località Reval dove la pista, con un’ultima diagonale verso destra, porta ad attraversare la val Primaverta ed a raggiungere la parte orientale del paese di Buglio in Monte. Per tornare a Gaggio, salire per un tratto verso Oldino (seguire le indicazioni per Our), fino ad incontrare, all’ultimo tornante destrorso prima della località, la nuova pista che porta ad un ponte sul torrente Gaggio, poco a monte del mulino Vismara: valicato il ponte si raggiunge il primo tratto della pista Gaggio-Erbolo, già percorsa in salita.
È anche possibile percorrere l’antico sentiero che congiungeva Buglio a Gaggio. Raggiungere la parte alta ed occidentale del paese, dove parte una pista verso Gaggio, che diventa sentiero (non ciclabile) e che porta al Mulino Vismara, sulla riva del torrente (m 676). Attraversare il torrente e scendere lungo la pista Gaggio-Erbolo.



ITINERARIO 2

Posteggio

Nel centro di Buglio in Monte (entrare in paese imboccando la strada che si stacca dalla provinciale Valeriana all’altezza di Villapinta).

Prima Parte

Tornare indietro (verso la Valeriana) ed imboccare la strada che si stacca dalla principale e conduce verso l’agriturismo Lulòc. Dopo poche decine di metri, ad un bivio, prendere a destra verso il dosso Prà-Mele-Calec-Vèrdel. Attraversare la val Primaverta, raggiungere la località Reval e proseguire lungo la pista con fondo in cemento. Superare il gruppo di baite del Prà (ca. m 1000) e proseguire ignorando la deviazione verso la valle della Làresa. Imboccare la pista Calec-Sessa, che si stacca sulla destra (ca. m 1300) e pedalare fino alla parte alta del dosso Dòs-Sessa. Proseguire lungo la pista verso est, in direzione del dosso su cui è posto il maggengo di Gaggio di Monastero (m 1280). Raggiungere la parte alta di questo maggengo dopo aver attraversato, in leggera discesa, due valli.

Seconda Parte

Dal maggengo di Gaggio imboccare la comoda discesa che, su una strada asfaltata, conduce a Monastero di Berbenno (m 636). Per chiudere l’anello, scendere di altri 300 metri circa lungo la strada che passa per la Maroggia e porta alla località Ere, poco sopra la strada provinciale Valeriana che congiunge Ardenno a San Pietro di Berbenno. Dopo aver lasciato la conca dei prati della Maroggia, raggiungere la parte alta di Ere ed imboccare la deviazione a destra per san Rocco. Salire fino ad intercettare, ad un tornante sinistrorso, la strada Villapinta-Buglio. Attraversare da est ad ovest la val Primaverta e fare rientro a Buglio.



Vedi la scheda approfondita di Massimo Dei Cas

COMMENTI

LASCIA IL TUO COMMENTO

Loading ....

Per procedere occorre essere utenti registrati, inserisci i tuoi dati:

Oppure Registrati.