S. Fedelino

Val Bodengo (Valchiavenna)
Tipologia : Percorso Storico
Difficolta : T

Partenza : Samolaco
Arrivo : S.Fedelino
Dislivello : 0
Durata : 2 h

Itinerario Sintetico : Samolaco - S. Fedelino - Samolaco

Segnavia : Via Francisca;
Cartografia : Meridiani Montagna Spluga - Mesolcina 1:40000; Kompass 92 1:50000 Valchiavenna - Val Bregaglia (Valle San Giacomo, Madésimo, Mo

DESCRIZIONE DELL'ESCURSIONE

La gita sottodescritta porta a visitare l'antichissima chiesetta dedicata al martire Fedele, uno dei più antichi edifici sacri dell'alto Lario e della diocesi di Como. La chiesetta è collocata all’interno della riserva regionale del Pian di Spagna-Lago di Mezzola. Per entrare fisicamente a visitare la chiesa occorre informarsi sugli orari ed i prezzi presso: o la Parrocchia della SS. Trinità, Novate Mezzola (Tel. +39 0343 44134), o la Fam. Sciam, Novate Mezzola (Tel. +39 0343 44085) o la Comuinità Montana della Valchiavenna (Tel. +39 0343 33795). Il tempietto è raggiungibile anche via lago grazie ad un servizio traghetto con imbarco presso il ristorante La Barcaccia di Verceia. In automobile invece, da Novate Mezzola, sulla S.S. 36 dello Spluga, prendiamo il sottopasso ferroviario (a sinistra per chi viene da Nuova Olonio, a destra per chi viene da Chiavenna) con indicazioni per Era, S.Pietro e Gordona. Percorriamo così la S.P.“Trivulzia”, tralasciamo la deviazione a destra per Somaggia, attraversiamo la Mera sul Ponte Nave, e prendiamo la deviazione a sinistra per Casenda. Da qui, seguendo le indicazioni per ""S. Giovanni dell'archetto"" e ""San Fedelino"", prendiamo prima a sinistra e poi imbocchiamo una sterrata che arriva ai ruderi della chiesa di S. Giovanni, semi sepolta da un deposito alluvionale. Parcheggiamo qui, poi a piedi torniamo per un breve tratto ai cartelli posti poco prima della chiesa e prendiamo a destra un sentiero. Attraversiamo subito una roggia e continuiamo su terreno pianeggiante nella boscaglia. Proseguiamo fino ad un bivio con cartelli indicatori dove prendiamo a sinistra ai margini della sponda destra orografica della Mera. Ad una biforcazione possiamo scegliere quale sentiero prendere: quello di destra sale ad alcune baite su un poggio panoramico, poi ridiscende sul versante opposto, invece quello di sinistra prosegue presso le rive del fiume. Poco oltre il luogo dove i due sentieri si ricongiungono, scendiamo un breve tratto, passiamo una scala in legno e infine sbuchiamo sulla piccola radura dove sorge la piccola chiesa di San Fedelino. Possiamo fare ritorno risalendo la frana di pietroni che si trova poco oltre il tempietto seguendo un tracciato segnalato con vernice bianco-rossa. Questo percorso porta ad bel terrazzo roccioso dal quale si ha una splendida panoramica sull'insenatura sottostante, su Novate Mezzola e sull’imbocco della Val Codera e della Valle dei Ratti. La gita ha una durata complessiva di circa 2 ore.

GALLERIA IMMAGINI

ELEMENTI DI INTERESSE

Lago di Mezzola; fiume Mera; Riserva ragionale del Pian di Spagna;

LASCIA IL TUO COMMENTO

Loading ....

COMMENTI

Per procedere occorre essere utenti registrati, inserisci i tuoi dati:

Oppure Registrati.