Il Tracciolino

Val Codera (Valchiavenna)
Tipologia : Pista Ciclabile / Sentiero di Mezza Montagna
Difficolta : E

Partenza : Novate Mezzola
Arrivo : La Motta
Dislivello : 720
Durata : 7 h : 30 min

Itinerario Sintetico : Novate Mezzola - Il Tracciolino - Verceia

Segnavia : A5
Cartografia : Meridiani Montagna Spluga - Mesolcina 1:40000; Kompass 92 1:50000 Valchiavenna - Val Bregaglia (Valle San Giacomo, Madésimo, Mo

DESCRIZIONE DELL'ESCURSIONE

Raggiunto il paese di Novate Mezzola (m. 220) posto sulla S.S. 36 dello Stelvio, seguendo le indicazioni ci portiamo in 10’ di auto all’'imbocco del sentiero per il paesino di San Giorgio (m. 748). Il borgo, popolare anche per il grande masso avello legato alla leggenda di San Giorgio e del suo drago, è abitato tutto l’'anno, pur essendo privo di strada carrozzabile. Lo raggiungiamo in un'’ora circa. La posizione offre un bellissimo panorama sul lago di Mezzola, sul Pian di Spagna e sul monte Legnone (direzione SO). Andando oltre il cimitero, raggiungiamo in breve tempo il così detto "tracciolino" (m.920): un tracciato ferroviario realizzato negli anni ’30 che serviva per portare uomini e materiale dalla teleferica della Val dei Ratti alla diga in costruzione in Val Codera. Pieghiamo a destra e prendiamo questo particolare percorso. Ogni tanto dobbiamo attraversare delle gallerie.
Troviamo e seguiamo i vecchi binari a scartamento ridotto oggi utilizzati dagli addetti della società elettrica. Passiamo una galleria illuminata e sbuchiamo nella Valle dei Ratti. Seguendo i binari che vanno a sinistra troviamo poi una deviazione verso destra che porta al punto di arrivo del carrello che sale dalla centrale Sondel di Verceia: da qui possiamo salire ai ruderi degli edifici che ospitavano gli operai della centrale oppure scendere fino ai Crotti di Verceia (questo tracciato è ripido e poco evidente). Dalla deviazione noi proseguiamo la traversata del versante montuoso in direzione della casa dei guardiani del bacino della Val dei Ratti. Il tracciato è ora ancor più largo e anche il panorama è più ampio. Attraversiamo altre gallerie ed arriviamo alla casa dei guardiani. Di poco oltre questa il tracciolino intercetta la mulattiera che da Verceia sale a Frasnedo e poi continua fino allo sbarramento artificiale. Andiamo a visitare il muro della diga, poi torniamo a prendere la mulattiera tramite la quale scendiamo a Verceia (m. 200). Se non abbiamo nessuno che possa venire a prenderci a Verceia, possiamo tornare a Novate Mezzola anche in treno o a piedi (km. 3,7). Variante: il percorso integrale del tracciolino parte da Codera (m. 825) nell’'omonima valle.
Tuttavia il tratto Codera-San Giorgio nei pressi del sentiero che porta al Bivacco Casorate Sempione risulta essere rovinato da una frana. E’ pertanto opportuno da Codera raggiungere la località di Cii per poi proseguire sul tracciato. Codera è raggiungibile in 2 ore di cammino da Novate Mezzola. Il percorso Codera – San Giorgio richiede 1 ora e 20’ ed avviene lungo il tracciato del trenino a scartamento ridotto, passando per ponti e buie gallerie (si consiglia l’uso di una torcia).

GALLERIA IMMAGINI

ELEMENTI DI INTERESSE

Val Codera; Valle dei Ratti; B.tta di Frasnedo; La Motta; S. Giorgio;

LASCIA IL TUO COMMENTO

Loading ....

COMMENTI

Per procedere occorre essere utenti registrati, inserisci i tuoi dati:

Oppure Registrati.