Passo dell'Oro

Val Codera (Valchiavenna)
Tipologia : Sentiero di Alta Montagna
Difficolta : EE

Partenza : Rifugio Brasca
Arrivo : Passo dell'Oro
Dislivello : 1270
Durata : 4 h

Itinerario Sintetico : Rifugio Brasca - passo dell'Oro - Rifugio Omio

Segnavia : A10;
Cartografia : Carta nazionale della Svizzera 1:50.000 - Monte Disgrazia - Foglio 278; Meridiani Montagna Spluga - Mesolcina 1:40000; Kompass 9

DESCRIZIONE DELL'ESCURSIONE

L’itinerario Novate Mezzola – Rifugio Brasca – passo del Barbacan – Rifugio Gianetti è il tratto iniziale del celebre sentiero Roma che mette in collegamento Val Codera e Val Masino. Tuttavia altri passi mettono in collegamento le due valli. Ad esempio tramite il Passo dell’Oro è possibile andare dal Rifugio Brasca al Rifugio Omio. Arrivati a Novate Mezzola tramite la S.S. 36 dello Spluga, raggiungiamo la frazione di Mezzoalpiano (m. 316 metri) dove parcheggiamo. Prendiamo il sentiero segnalato che permette di accedere alla Val Codera. La salita è caratterizzata da un’infinità di gradini in pietra e tornanti. Intanto pian piano in direzione SO appaiono il lago di Novate e, all’imbocco della Valtellina, il Monte Legnone. Dopo 2 ore circa di cammino arriviamo al Rifugio Luigi Brasca (m. 1304). Dal rifugio andiamo verso N e raggiungiamo la vicina Alpe Coeder. Da qui andiamo verso destra e risaliamo il ripido versante sinistro orografico della valle Averta (sentiero A10). Attraversando quindi dei pascoli e andando poi a sinistra, raggiungiamo l’Alpe Averta (m. 1957; 1h e 40’). Successivamente deviamo a destra, risaliamo un tratto di detriti morenici e, oltre un pianoro erboso, raggiungiamo il bivio (m. 2120; 2h 10’) dal quale partono i sentieri per il Passo del Barbacane e quello per il Passo dell’Oro. Prendiamo a destra in direzione di quest’ultimo. Risaliamo un vallone detritico ed imbocchiamo un canalone pietroso posto alla destra della Punta Milano. Raggiungiamo quindi il Passo dell’Oro (m. 2526 carta IGM del 1931; m. 2574 nuove carte – 3.15 h). Lo oltrepassiamo e scendiamo per la Val dell’Oro. In breve incrociamo il Sentiero Risari sul quale proseguiamo andando verso destra, arrivando così al Rifugio Omio (m. 2100; 4h 15’). La discesa dal rifugio ai Bagni di Masino, accessibili in macchina e serviti dal servizio autobus pubblico, richiede circa 2 ore.

GALLERIA IMMAGINI

ELEMENTI DI INTERESSE

Pizzo dell'Oro; Cima del Barbacan; P.sp Barbacan; P.so Ligoncio;

LASCIA IL TUO COMMENTO

Loading ....

COMMENTI

Per procedere occorre essere utenti registrati, inserisci i tuoi dati:

Oppure Registrati.