Cima del Fopel

Livigno (Alta Valtellina Bormio Livigno)
Tipologia : Sentiero di Alta Montagna
Difficolta : EE

Partenza : Livigno
Arrivo : Cima del Fopel
Dislivello : 1120
Durata : 6 h : 30 min

Itinerario Sintetico : Livigno (Ponte Viera) - Cima del Fopel - Ristoro Pomin

Segnavia : 180
Cartografia : Carta nazionale della Svizzera 1:50.000 - Ofenpass, Foglio 259; Cartina Kompass del Parco dello Stelvio; Kompass 1:50000 Bormio,

DESCRIZIONE DELL'ESCURSIONE

Venendo da Milano e Sondrio sulla S.S. 38 dello Stelvio passiamo Bormio e ci dirigiamo verso la Valdidentro. Prendiamo quindi la S.S. 301 del Passo del Foscagno (m. 2291) e raggiungiamo Livigno (m. 1816). Dal paese ci dirigiamo verso il Ponte del Gallo sulla sponda E del Lago di Livigno. Parcheggiamo nei pressi del ponte Viera (m. 1808), all’imbocco della Val Viera. Seguendo le indicazioni, saliamo in direzione N, il ripido versante coperto da mughi. Raggiungiamo un ometto posto su un dosso (m. 2330 ca.) dal quale abbiamo già una stupenda vista sulla sottostante Val Viera (direzione SO) e sul Monte Cassa del Ferro al di là del lago di Livigno (direzione E). Proseguiamo per prati lungo il sentiero fino al dosso posto a 2452 metri. Da qui saliamo per ripidi pendii in direzione NO. Percorrendo un canaletto a quota 2500 metri circa troviamo una piccola grotta. Proseguiamo e, seguendo il sentiero, ci portiamo sul versante opposto fino a raggiungere delle rocce, oltre le quali effettuiamo una seconda traversata esposta sopra lo spuntone del Corno Brusadella. Di fronte a noi sta a cima della Corna Cavalli (m. 2991). Andiamo avanti, ora il sentiero è più facile, ed arriviamo alla sella (m. 2691), che si affaccia sul lago sottostante, per poi portarci, passando il dosso di sfasciumi, alla quota di 2735 metri. Da qui abbiamo un’altra spettacolare visuale: a N il corno roccioso della Cima di Fopel, a E il lago e il Monte Ferro, a O la Val Cantone e le sue cime. Lungo il sentiero oltrepassiamo anche la quota di 2743 metri e raggiungiamo la quota terminale di 2900 metri, dalla quale poi curviamo leggermente verso E dove prendiamo un canale attrezzato che ci porta sull’anticima. Da questa, percorrendo pochi metri un po’ esposti, raggiungiamo, dopo circa 4 ore di cammino dalla partenza, la Cima del Fopel (m. 2928). Guardando in direzione NE ammiriamo la selvaggia Val Trenzeira. Anziché discendere per la stessa via di salita, se ci siamo organizzati con una macchina al Ristoro Pomin (raggiungibile da qui in 2 ore e 30’ circa), ci incamminiamo giù per la detritica, ma ben tracciata e segnata, cresta orientale. A quota 2600 metri circa pieghiamo leggermente a SE e, attraversando vallette e dossi, arriviamo al baitello ristrutturato che sta a quota 2270 metri ca. Continuiamo a scendere ed entriamo nel bosco di mughi fino a quota 2100 metri. Qui, grazie ad una scala in legno, aggiriamo un esposto salto roccioso. Infine, percorrendo diversi tornanti nel bosco sempre più fitto, arriviamo al ristoro Pomin (m. 1812) situato sul lato sinistro della strada che costeggia il lago di Livigno (direzione dogana La Drossa).

GALLERIA IMMAGINI

ELEMENTI DI INTERESSE

Baitel del Cantone; Val Trenzeira; Parco Nazionale dello Stelvio;

LASCIA IL TUO COMMENTO

Loading ....

COMMENTI

Per procedere occorre essere utenti registrati, inserisci i tuoi dati:

Oppure Registrati.