Cancano - 4a Cantoniera

Valdidentro (Alta Valtellina Bormio Livigno)
Tipologia : Sentiero di Alta Montagna
Difficolta : E

Partenza : Cancàno
Arrivo : 4a Cantoniera
Dislivello : 830
Durata : 4 h

Itinerario Sintetico : Cancàno - Val Forcola - Bocchetta di Forcola - 4a Cantoniera

Segnavia : Sentiero Italia - 145;
Cartografia : Carta nazionale della Svizzera 1:50.000 - Passo del Bernina, Foglio 269; Cartina Kompass del Parco dello Stelvio; Kompass 1:5000

DESCRIZIONE DELL'ESCURSIONE

Venendo da Milano e Sondrio sulla S.S. n. 38 dello Stelvio passiamo Bormio e ci dirigiamo verso la Valdidentro. Superato Premadio, prendiamo uno degli svincoli sulla destra con l'indicazione ""Cancàno”. Oltrepassiamo Pedenòsso e giungiamo ad un bivio: un cartello segnala che la pista per Cancàno è il ramo di destra. Termina qui il tratto asfaltato ed inizia una lunga strada sterrata (6,4 km) con fondo abbastanza buono, che sale sul fianco sinistro (per noi) del bastione roccioso che introduce alla valle. Raggiunta, dopo una breve galleria scavata nella roccia, la sommità del bastione, passiamo vicino alle celebri Torri di Fraéle (m. 1941), edificate con funzione difensiva ed esistenti già nel XIV sec. Superate le torri, la strada si inoltra sul lato destro orografico (sinistro per noi) della valle passando a sinistra del laghetto naturale delle Scale (m. 1928). Poco oltre, sulla sinistra, è posto il rifugio Monte Scale (m. 1960). Arriviamo alla diga prima diga e ci portiamo sul versante di NE attraversando lo sbarramento. In breve siamo al rifugio Solena (m.2008) che sorge sulla sponda orografica sinistra della Val Fraele. Vicino al parcheggio c’è un bivio. Non andiamo a destra altrimenti, passando per la Bocca d’Adda, scenderemmo alla S.S. dello Stelvio. Prendiamo invece a sinistra e cominciamo a risalire la selvaggia Val Forcola, caratterizzata da un vero canyon. Superato un edificio dell’AEM, a quota 2100 metri circa, siamo di fronte ad un altro bivio: andiamo a sinistra puntando alla Bocchetta di Forcola (m. 2763); andando a destra ci saremmo diretti verso il Piano di Pedenolo. Camminando lungo un’ampia mulattiera, ex tracciato militare, raggiungiamo Malga di Forcola (m. 2313). Deviando decisamente a destra, in direzione E, raggiungiamo prima la vecchia caserma posta a quota 2743 metri e risalente alla Grande Guerra, e poi la Bocchetta di Forcola (nota anche come Forcola di Rims perché posta alle pendici meridionali della Cima Rims, m. 2947). Sul passo ci sono i resti di una doppia linea di trincee, in parta fatta anche in cemento armato. Noi proseguiamo in direzione E ammirando le Corne di Pedenolo a S ed il Monte Braulio (m. 2979) ad O. Scendiamo così al Baitello del Cogno nei pressi della Val del Gesso (m. 2600 ca.). Siamo ora alle pendici meridionali, costituite da rocce calcaree, del Piz Umbrail (m. 3031). Scavalchiamo alcuni valloncelli mentre ci gustiamo il panorama sul pianoro della Val Brauilio guardando in direzione S. La IV Cantoniera (m. 2502) è già ben visibile, noi proseguiamo su ampie praterie in direzione del valico, tralasciando la strada che a sinistra, scavalcando il Giogo di Santa Maria (Pass Umbrail), porta in Val Monastero. La IV Cantoniera è raggiungibile da Bormio in 20’ di automobile e si trova sulla S.S. 38 a poca distanza dal Passo dello Stelvio (m. 2758).

GALLERIA IMMAGINI

ELEMENTI DI INTERESSE

M. Sumbraida; Cima Rims; Piz Umbrail; Malga di Forcola; Passo dello Stelvio; Parco Nazionale dello Stelvio

LASCIA IL TUO COMMENTO

Loading ....

COMMENTI

Per procedere occorre essere utenti registrati, inserisci i tuoi dati:

Oppure Registrati.