S. Martino - Roncale - Piaz - S. Martino

Sopra Tirano (Alpi Retiche )
Tipologia : Sentiero di Mezza Montagna
Difficolta : E

Partenza : S.Martino
Arrivo : Piaz
Dislivello : 960
Durata : 6 h

Itinerario Sintetico : S. Martino - Roncale - Piaz - S. Martino

Segnavia :
Cartografia : Carta nazionale della Svizzera 1:50.000 - Brusio - Foglio 279; Kompass 93 1:50000 Bernina - Valmalenco - Sondrio;

DESCRIZIONE DELL'ESCURSIONE

Da Tirano sulla S.S. 38 dello Stelvio raggiungiamo Grosotto. Dalla piazza del Comune prendiamo prima a sinistra via Roma e via Patrioti e poi a destra via Roggiale. Seguiamo quindi le indicazioni per San Martino (2 km), dove parcheggiamo. Questa località è anche raggiungibile a piedi utilizzando la mulattiera che parte dalle ultime case di Grosotto (in tal caso considerare 20’ i più per l’escursione).
Ci portiamo così al tornante di accesso a San Martino (m. 735), dove prendiamo la mulattiera selciata che sale verso sinistra passando per un castagneto e nei pressi della chiesa della contrada di Santa Croce di Roncale (m. 927). Imbocchiamo quindi, in salita e per un breve tratto, la strada asfaltata per poi proseguire lungo l’ampia mulattiera (segnavia bianco-rossi del sentiero del sole). Dopo un centinaio di metri circa lasciamo questa sulla sinistra e proseguiamo diritti lungo un’altra, ma più ripida, mulattiera. Raggiungiamo un bivio al quale proseguiamo sulla mulattiera andando a sinistra ed entrando in un bosco di conifere. Successivamente intercettiamo la strada asfaltata che seguiamo per un tratto verso destra, sino al punto in cui diventa sterrata. Da qui continuiamo in piano per un centinaio di metri per poi prendere una carrareccia a monte della strada. Utilizzando questa raggiungiamo una zona incendiata, dalla quale poi usciamo su di una nuova sterrata nei pressi delle baite di Pol (m. 1212). Andiamo avanti in piano verso destra fino a prendere una sterrata più ampia che percorriamo, sempre verso destra, fino ad un altro incrocio. Qui imbocchiamo la carrareccia di sinistra e saliamo in direzione delle già visibili baite di Prada di fuori (m. 1265). Successivamente superiamo il taglio della Valle Arlate e proseguiamo sino al termine della carrareccia, arrivando alle baite di Martinol (m. 1365). Volendo queste baite sono raggiungibili anche imboccando, subito dopo il vallone, la vecchia e ripida mulattiera. A monte delle baite di Martinol prendiamo la mulattiera che sale ripidamente verso destra nel Bosco Lugo. Nei pressi di un basso tabernacolo ci troviamo di fronte ad un bivio: ci manteniamo a sinistra e raggiungiamo una seconda biforcazione. Mantenendoci sulla sinistra, iniziamo a salire e ci immettiamo poi verso destra in una pista che va alle baite di Piaz (m. 1691), poste a cavallo fra la Media Valtellina e la Val Grosina Occidentale. Ad ogni modo anche prendendo a destra si arriva alle baite settentrionali Piaz, percorrendo però un tratto più pianeggiante. Iniziamo a scendere prendendo sulla destra, direzione N, la sterrata principale che ci porta alle baite di Fop (m. 1648 m); poi tramite una lunga diagonale in direzione S raggiungiamo i prati di Luriani (m. 1533). Proseguiamo quindi sulla strada ora asfaltata e raggiungiamo la conca di Pugien (m. 1210). Ci affacciamo così su Grosotto e continuiamo sulla carrareccia dal fondo cementato fino a penetrare in un bosco di pino silvestre. Prendiamo quindi la carrabile Grosotto – Supiani, ma al primo tornante imbocchiamo sulla destra una mulattiera tra i castagni. Raggiungiamo un bivio dove a sinistra si prende il tracciato per San Sebastiano e Grosotto (per chi è partito a piedi da quest’'ultimo), invece noi continuiamo a scendere proseguendo diritti sino al nostro punto di partenza, il nucleo di San Martino.

GALLERIA IMMAGINI

ELEMENTI DI INTERESSE

D.so Arlate

LASCIA IL TUO COMMENTO

Loading ....

COMMENTI

Per procedere occorre essere utenti registrati, inserisci i tuoi dati:

Oppure Registrati.