Laghi di Schiazzera

Sopra Tirano (Alpi Retiche )
Tipologia : Sentiero di Alta Montagna
Difficolta : EE

Partenza : Pra Campo
Arrivo : cippo n.13
Dislivello : 884
Durata : 7 h : 30 min

Itinerario Sintetico : Pra Campo - Pian Cavallino - Costa di San Gaetano - Lago di Schiazzera - Pian Fusino - Sovo - Alpe Ghiaccia - Pra Campo

Segnavia : in parte Sentiero Italia 201;
Cartografia : Carta nazionale della Svizzera 1:50.000 - Brusio - Foglio 279; Kompass 93 1:50000 Bernina - Valmalenco - Sondrio;

DESCRIZIONE DELL'ESCURSIONE

Raggiunto Tirano sulla S.S. 38 dello Stelvio, al semaforo, prendiamo Via Pedrotti e seguiamo le indicazioni per Baruffini e Pra Campo (13 km). Raggiunta quest’'ultima località parcheggiamo nei pressi dell’ex caserma della Guardia di Finanza (m. 1764). Proseguiamo a piedi lungo una mulattiera, poi sentiero, e, passando per un bosco, raggiungiamo Pian Cavallino (m. 1938). Qui svoltiamo a destra e prendiamo un sentiero (ex mulattiera) che risale lungo il boscoso crinale. Pur non vedendo più bene il sentiero e non avendo segnavia di riferimento, oltre la linea del bosco individuiamo l’estesa dorsale erbosa della Costa di San Gaetano. Senza percorso preciso, seguiamo questa in direzione di NE attraversando zone erbose e pietraie. Raggiungiamo così il confine italo-svizzero a 2648 metri di quota (cippo n. 13). Ci troviamo sul versante occidentale del Monte Masuccio. Infatti andando verso destra e percorrendo inizialmente la cresta O del monte, in meno di un’ora è possibile raggiungere la cima di quota 2816 metri (difficoltà alpinistica facile). Noi però proseguiamo e scendiamo sul pianoro sottostante, sempre sulla parete ovest del Masuccio. Da qui iniziamo a “girare” attorno al Masuccio seguendo il percorso della Val Saiento. Percorriamo il pianoro verso N, tenendoci sulla destra. Poi attraverso un canalino superiamo un impedimento di rocce, al di la del quale raggiungiamo un laghetto, che costeggiamo sulla sinistra (m. 2356). Successivamente, risaliamo un piccola morena ed arriviamo così al Lago di Schiazzera (m. 2392). Volendo è possibile da qui scendere lungo la valle su di una strada militare che costeggia il versante N del Masuccio e raggiungere, in pochi minuti, prima il piccolo lago di Pian Fusino (m. 2263) e poi l’'Alpe Schiazzera e l'’omonimo Rifugio (m. 2080). Noi invece di abbassarci verso l’alpeggio, seguiamo la strada militare a destra che in leggera salita fiancheggia il versante E del Masuccio. Passato il dosso a quota 2211 metri, iniziamo a scendere per la Val Saiento sino a sbucare ai prati di Sovo (m. 1727). Da qui, su di una mulattiera, raggiungiamo l’'Alpe Ghiaccia (m. 1692), dove imbocchiamo un piccolo sentiero che sulla destra, in direzione O e passando ai piedi del versante meridionale del Masuccio, ci riporta a Pra Campo. In alternativa, continuando sulla carrareccia si raggiunge il bivio per Pra Campo (m. 1430 ca.) dal quale si può risalire a Pra Campo percorrendo 2 km, oppure scendere verso Baruffini.

GALLERIA IMMAGINI

ELEMENTI DI INTERESSE

M. Masuccio; L. Schiazzera;

LASCIA IL TUO COMMENTO

Loading ....

COMMENTI

Per procedere occorre essere utenti registrati, inserisci i tuoi dati:

Oppure Registrati.