Palazzo Besta

Teglio
 

Foto di V.Martegani - http://www.martegani.it/ Il Palazzo è una bella dimora nobiliare valtellinese del Cinquecento, testimonianza di un' epoca tesa alla ricerca del bello e all'amore per la vita. Venne costruito dopo il 1433 e fu commissionato da Azzo I e Azzo II Besta.
Al piano nobile è possibile visitare numerose sale tra le quali spiccano: il salone d'onore decorato lungo le pareti da affreschi con scene dell'Orlando Furioso e sul soffitto da un affresco settecentesco che rappresenta la "Regina di Saba ricevuta da re Salomone"; la sala da pranzo con lo splendido soffitto ad ombrello e decorata con motivi floreali, frutti e stemmi; la saletta della creazione dalla volta ribassata, divisa da eleganti fregi in sette riquadri (Scene tratte dalla Bibbia) nella parte superiore e undici lunette (Peccato Originale, Cacciata dal paradiso terrestre, torre di Babele, Diluvio universale, Arca di Noè, Ebbrezza di Noè) e pennacchi (eleganti grottesche) lungo le pareti; la sala detta "romana" per i soggetti degli affreschi che la ornano ispirati alle Leggende dell'Antica Roma.
Il piano terra ospita l'Antiquarium Tellinum, il museo archeologico che raccoglie le più antiche espressioni di arte e religione rinvenute nelle vicinanze di Teglio (le tre stele di Caven, prime manifestazioni di arte rupestre rinvenute in Valtellina nel 1940, tra cui la Dea Madre o della FeconFoto di V.Martegani - http://www.martegani.it/dità in masso granitico; recano impresse le immagini di pugnali a lama triangolare, asce, alabarde e animali come cervi e cinghiali. Oltre a queste si segnalano le stele di Valgella, Vangione, Boalzo e Tirano), scampate al pericolo di essere portate fuori provincia. Esso è stato riaperto al pubblico nell'Agosto del 2002, dopo un periodo di chiusura che ha permesso di rendere di nuovo funzionale l'interessante museo.
Il complesso è impreziosito da un magnifico cortile interno incorniciato da un loggiato con agili colonne e volte leggere. Le pareti presentano affraschi con episodi dell'Eneide e medaglioni policromi con i ritratti dei padroni di casa. Qui è rimasto anche un pozzo ottagonale in marmo con la scritta "Azzo Secundus 1539". Nel cortile e nel giardino del Palazzo vengono spesso allestite mostre ed esposizioni di artisti locali.
Il Palazzo Besta è soltanto una delle meraviglie di Teglio. Per scoprire le altre e prepararvi al meglio ad una eventuale gita, vi invitiamo a visitare la pagina del sito dedicata alla Torre "de li beli miri".



Località:
Teglio

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE I RECAPITI UFFICIALI (Telefono, Fax, Indirizzo, Email, Sito..) DEGLI ENTI DI INFORMAZIONE TURISTICA DI QUESTA ZONA

Testo a cura di E.Fattarelli e fotografie a cura di V.Martegani

Per procedere occorre essere utenti registrati, inserisci i tuoi dati:

Oppure Registrati.